Oltre il limite

OLTRE-IL-LIMITE

Spesso si sentono persone dire: “Conosco i miei limiti”.

In effetti gli esseri umani utilizzano solo una parte delle proprie facoltà mentali: scientificamente non siamo ancora riusciti a stabilire tutte le capacità della mente e nemmeno le potenzialità che un giorno potremo esprimere con la continua evoluzione del genere umano.

Forse vivremo molti più anni rispetto ad oggi, le risorse del nostro corpo sono destinate a moltiplicarsi e quelle del nostro cervello a meravigliarci.

Questi semi di futura grandezza sono già dentro di noi: si tratta solo di vedere con quanta velocità ci decidiamo a farli germogliare.

Nonostante queste brillanti prospettive molti uomini in diverse fasi della loro vita dicono: “Io mi fermo qui”.

Si aggrappano a quello che hanno ottenuto, anche se magari vorrebbero qualcosa di più e non rischiano di andare oltre per paura di perdere quello che hanno: la tranquillità, le abitudini, la comodità.

Altri invece sentono il bisogno di rinnovarsi ogni giorno, invece di fermarsi, anche se ne avrebbero la possibilità, cercano di dare un senso alla loro vita: questo può accadere ad ognuno e spesso anche avanti negli anni.

E allora si scopre un mondo senza limiti e senza età, ci si avvicina alle persone e alle cose con lo spirito della scoperta e con il desiderio di dare ciò che abbiamo dentro: energia, pensieri, sentimenti.

È con questi spirito che si cominciano a sviluppare nuove risorse e si inizia a rendersi conto di un concetto semplice, ma grande: l’unico limite che l’uomo conosce realmente è quello che egli stesso si pone.

 

Carlo Fiorentini

 

Foto: Diego Torres